La frutta fresca apporta innanzitutto grosse quantità d’acqua, facilitando il mantenimento dell’idratazione anche nei soggetti che trascurano o non avvertono lo stimolo della sete. L’idratazione è un aspetto fondamentale al mantenimento omeostatico generale dell’organismo e previene efficacemente alcune condizioni potenzialmente nocive come l’affaticamento renale e l’acidosi metabolica.

Dal punto di vista energetico, la frutta fresca apporta un quantitativo di calorie piuttosto eterogeneo, sia in base alla specie botanica che in merito alla stagionalità del frutto.

Il migliore consumo di frutta fresca deve avvenire nel momento in cui i frutti sono maturi naturalmente quindi di stagione.
Oltre a risultare  più sano è anche più economico in quanto consente anche di risparmiare sulla spesa quotidiana.

Nella seguente tabella trovate i mesi in cui  ogni frutto segue la natura.

Gennaio
arance, banane, datteri freschi, limoni, mandarini, kiwi, pompelmi
Febbraio
arance, banane, limoni, mandarini, pompelmi, kiwi, pere
Marzo
arance, banane, limoni, mele, pere
Aprile
arance, banane, fragole, limoni, pompelmi
Maggio
arance ovali, banane, ciliegie, fragole, nespole
Giugno
albicocche, amarene, banane, ciliegie, fragole, lamponi, more, mirtilli, nespole, pesche, prugne, ribes, susine
Luglio
albicocche, angurie, ciliegie, fichi, fragole, lamponi, mandorle fresche, meloni, mirtilli, more, pere, pesche, prugne, susine, ribes
Agosto
angurie, banane, fichi, fragole, lamponi, mele, meloni, mirtilli, more, pere, pesche, prugne, ribes, susine, uva
Settembre
banane, fichi, limoni, lamponi, mandorle, mele, melograni, meloni, more, pere, pesche, prugne, susine, uva
Ottobre
ananas, banane, cachi, castagne, limoni, melograni,mele, pere, uva
Novembre
ananas, arance, mele cotogne, cachi, cedri, kiwi, limoni, mandaranci, mandarini, melograni, mele, nocciole, pompelmi
Dicembre
ananas, arance, cedri, kiwi, limoni, mandarini, mele, nespole, pompelmi