Con il termine posata si intende principalmente un utensile (come la forchetta, il coltello o il cucchiaio) che serve per mangiare o cucinare evitando il contatto tra il cibo e le mani.

La posate sono realizzate principalmente in metallo; un tempo in argento, ottone e alpacca, oggi acciaio inox, ma esistono anche posate in legno, corno o porcellana. Per la ristorazione veloce o per occasioni in cui non vi è la possibilità di lavare le posate come picnic o feste ci sono posate in plastica usa e getta, anche imbustate per motivi igienici.

Si dividono in posate da tavola, quelle usate per mangiare, e posate di servizio, sia quelle usate per servire i cibi a tavola che quelle usate in cucina per la preparazione dei cibi.

Servizio di posate

Fa parte con i piatti e le cristallerie del servizio da tavola, è strutturato per un prestabilito numero di coperti: solitamente 6 o 12, tutti i suoi pezzi sono realizzati con il medesimo materiale e hanno la stessa linea e le stesse decorazioni.

Coperto

Da tavola:

cucchiaio
coltello da tavola
forchetta (possono essere due o più)

Da pesce:

coltello da pesce (lama non affilata)
forchetta da pesce

Da frutta:

forchettina
coltello

Da dolce:

cucchiaio da dolce (misura media)
forchetta da dolce (media e generalmente con un bordo semi-tagliente)
cucchiaio da gelato

Da caffè:

cucchiaino piccolo, non è in tavola ma viene portato con le tazzine del caffè.

Da servizio a tavola

mestolo
mestolino da salsa
posate da insalata
forchettone da arrosto, con denti lunghi e elsa
coltello da arrosto, lama lunga e elsa
cucchiaio di servizio (grande)
cucchiaio da zucchero
coltello da burro
forchettina da sottaceti
paletta da dolce

Cucina

forchettone
mestolo
schiumarola
cucchiaio graduato
coltelli da cucina
trinciapollo

Bacchette

Nei paesi dell’est (Cina, Giappone, ecc) al posto delle normali posate vengono utilizzate delle bacchette per il cibo. Tuttavia questa tradizione è stata portata anche in occidente in alcuni tipici locali a tema orientale.

Curiosità:

Un recente studio mette in risalto la relazione che esiste tra il sapore generato di un cibo e il colore o il tipo di posata utilizzata.

Come mangiare uno yogurt con un cucchiaio di plastica (percepito e confermato poi alla “presa” come un oggetto leggero) porti a ritenerlo più denso e anche costoso rispetto a metterlo in bocca con un cucchiaio pesante in acciaio. Anche il contrasto di colori conta parecchio su come percepiamo il gusto del cibo: uno yogurt bianco mangiato con un cucchiaino bianco viene ritenuto più dolce e gradevole rispetto allo stesso yogurt preso con una posata nera, lo stesso accade se il cucchiaino bianco viene usato per mangiare uno yogurt rosa alla fragola.

Questi dati indicano che anche le posate incidono sull’esperienza del cibo, confermando risultati precedenti ottenuti con altre stoviglie: le bevande consumate da un bicchiere in colori freddi, come blu o verde, sono ritenute più rinfrescanti; il colore e il materiale di un piatto o una scodella modifica il sapore del cibo.